Tag Archives: gianni

Home / gianni
59 Posts

Valdo è di nuovo in città.
Preciso e maniacale come solo lui sa essere, ha ripreso a mettere in fila flaconi di ammorbidenti e detersivi, a guardare la lavatrice che gira, ad ascoltare il ronzio acquoso.
In attesa della prossima vittima.

“Non Sto Tanto Male” reading
al Jambalaya Jazz Lounge
Monserrato (CA)
via Cesare Cabras, 8
mercoledì 23 maggio 2012
alle ore 20.30

con
Gianni Zanata
Elio Turno Arthemalle
Roberto Palmas
Nicola Cossu

Non Sto Tanto Male” a Siliqua (Cagliari)

venerdì 30 marzo 2012
ore 19.00
Biblioteca Comunale
vico Parini 3 – SILIQUA
nell’ambito della rassegna “Incontri con gli autori


Gianni Zanata
con
Gianluca Medas – voce narrante
Andrea Congia – chitarra

Organizzano la biblioteca comunale di Siliqua e il sistema bibliotecario Bibliomedia.

Per informazioni: 07817801214

Non Sto Tanto Male” è anche su eBook
qui su IBS

 

 

“Questa mattina, con una giornata così dolce, con il sole che piroettava in cielo, il balenio dei riflessi sul mare, e la fragranza dell’ambra aspersa sui vicoli della Marina, con i ricordi avvolti nei sortilegi, le parole mute, i gigli sul davanzale; questa mattina, con il vento che si diluiva nel lindore della quiete, nell’impasto salato di un pianto malinconico; questa mattina, mentre guardavo fuori dalla finestra, e dentro di me sentivo lievitare un germoglio di forza; questa mattina, che non era una mattina come le altre, perché le mattine come le altre le conosco bene, le mattine come le altre hanno l’odore acre dell’abbandono e il brivido triste dei rimpianti; questa mattina, con una giornata così dolce, m’è venuto da pensare che, forse, tutte le cose brutte del mondo fanno parte di un unico sogno orribile”.

Valdo è lì, in piedi.
Guarda la lavatrice che gira. Ascolta il ronzio acquoso.
Bella, la lavatrice che gira, pensa. Proprio bella. E come gira bene.
Valdo è lì. In piedi.
E guarda la lavatrice.
Come se fosse un film.
Ronzio. Silenzio. Stacco.
Ronzio. Silenzio.
Di nuovo ronzio.
Non ha molto da fare, oggi, Valdo.
E pure se avesse qualcosa da fare, non la farebbe. Non oggi.
Oggi ha deciso che resterà lì, a guardare la lavatrice.
Finché non smette di girare.